Netflix raccoglie $ 2 miliardi di debiti per finanziare più contenuti originali

Netflix raccoglie $ 2 miliardi di debiti per finanziare più contenuti originali

Netflix l’impegno a far crescere la sua collezione di contenuti originali vedrà l’azienda tornare di nuovo ai mercati del debito per raccogliere più finanziamenti, ha annunciato oggi la società. Secondo un comunicato pubblicato sul sito degli investitori, Netflix afferma di voler raccogliere 2 miliardi di dollari per finanziare nuovi contenuti, tra cui “acquisizione di contenuti, produzione e sviluppo, spese in conto capitale, investimenti, capitale circolante e potenziali acquisizioni e transazioni strategiche”.

I fondi saranno raccolti sotto forma di titoli senior non garantiti, denominati in dollari statunitensi ed euro, ha detto.

 

Questa offerta di debito è la sesta volta in meno di quattro anni che Netflix sta raccogliendo $ 1 miliardo o più tramite obbligazioni, ha osservato  Variety , che è stata tra le prime a riportare la notizia. A partire dal 30 settembre, il debito a lungo termine di Netflix ha raggiunto $ 8,34 miliardi, in rialzo del 71% rispetto a $ 4,89 miliardi nel trimestre di un anno fa, ha detto durante i suoi ultimi guadagni, ha anche notato il rapporto Variety.

Netflix ha recentemente spiegato durante i suoi guadagni del terzo trimestre 2018 che deve continuare a investire nella programmazione originale per rimanere competitivo.

“Riconosciamo che stiamo facendo enormi investimenti di liquidità nei contenuti e vogliamo assicurare ai nostri investitori
che abbiamo la stessa alta fiducia nell’economia sottostante come i nostri investimenti in contanti in passato.
Questi investimenti considerano molto probabile che ci aiutino a mantenere in crescita i nostri profitti e i profitti operativi per
molto tempo “, ha letto la lettera agli azionisti.

Netflix ha anche sottolineato la crescente concorrenza nel settore come una delle ragioni per cui l’investimento di contenuti originali è stato così importante, aggiungendo che non solo è in concorrenza con TV lineare, YouTube, giochi, social media, DVD e pay-per-view, ma con una serie di nuovi e futuri servizi di streaming, pure.

“Società di contenuti come WarnerMedia e Disney / Fox si stanno muovendo per auto-distribuire i propri contenuti; aziende tecnologiche come Apple, Amazon e altri stanno investendo in contenuti premium per migliorare le loro piattaforme di distribuzione “, ha affermato la lettera. “Tra questi enormi concorrenti di entrambe le parti, oltre alle aziende media tradizionali, il nostro compito è far emergere Netflix in modo che quando i consumatori hanno tempo libero, scelgano di spenderli con il nostro servizio”, aveva detto.

Lascia un commento

Chiudi il menu