AR Emoji vs Animoji: Le differenze

AR Emoji vs Animoji: Le differenze

Il Galaxy S9 è qui e, come le voci suggerite, Samsung ha preso una pagina dal libro di Apple con la sua nuova funzione Emoji AR. L’iPhone X ha acquistato Animoji l’anno scorso e il tentativo comparativo di Samsung porta un’esperienza generale simile, ma quali sono le differenze chiave?

Emoji… animate?

Alla radice, entrambe le caratteristiche hanno la stessa premessa. In sostanza offrono agli utenti la possibilità di trasformarsi in emoji animati che possono poi essere condivisi con amici e familiari tramite messaggistica o social media.

Perché potresti volerlo fare? Che si tratti di portare gioia agli amici in un giorno speciale, di inviare un messaggio carino a qualcuno speciale o di diffondere un po ‘più di gioia nel mondo, queste simpatiche emoji animate aggiungono un po’ di pepe alla comunicazione quotidiana.

 

Quali sono le differenze?

Mentre la premessa principale delle due funzionalità è la stessa e viene implementata in modo simile, ci sono alcune differenze fondamentali.

Sull‘iPhone X, Animoji usa l’array multi-camera – utilizzato anche per la sicurezza Face ID – per tracciare ogni movimento del viso in modo che possa essere mappato su una delle emoji esistenti. Il risultato è che finalmente puoi essere il pollo parlante, il simpatico coniglietto o il mucchio di cacca puzzolente che hai sempre desiderato essere.

Per usare Animoji devi essere nell’app dei messaggi e funzionerà solo se registri un video breve di 10 secondi, che può essere condiviso in modo nativo in iMessage o come gif su altri social network.

Tuttavia, sul Galaxy S9 non è disponibile un array multicamera per AR Emoji. Invece, usa la singola fotocamera frontale e alcuni intelligenti trucchi del software per mappare il tuo viso su emoji, con cui puoi poi fare video.

La più grande differenza tra le due caratteristiche è che sul Galaxy S9 è possibile creare le proprie emoji. No, non stiamo parlando della possibilità di mappare la tua faccia su una preimpostazione esistente, ma piuttosto che puoi creare un’emoji che è personale per te. Dalla personalizzazione del tono della pelle e dal fatto che debba essere vivo o più divertente, per scegliere l’abito, la pettinatura, il colore dei capelli e altro, puoi creare un’emoji davvero personale.

Una volta fatto questo, viene salvato come un preset, in modo da poterlo accedere facilmente dalla fotocamera. Inoltre, viene salvato con 18 GIF per condividerle facilmente in qualsiasi app. Anche se non è nuovo per il Galaxy S9, c’è anche l’intera collezione di sticker AR per quei momenti in cui preferisci usare una delle tante opzioni preimpostate piuttosto che le tue emoji personali.

Qual’è la migliore Emoji?

Abbiamo avuto solo un breve periodo di tempo per giocare con il Galaxy S9 e la sua nuova funzione AR Emoji, quindi è troppo presto per dirlo con certezza, ma dalla nostra prima reazione, dobbiamo dare credito a Samsung per le opzioni di personalizzazione di AR Emoji.

Detto questo, quando si utilizzano le due funzioni, è chiaro che l’array di telecamere personalizzato su iPhone X aiuta a rendere Animoji più simile ai movimenti del viso. Nessuna caratteristica tiene traccia del movimento delle altre parti del corpo, ma Animoji sembra mostrare le zecche facciali in modo più preciso.

Ovviamente, dovremo aspettare la recensione completa del Galaxy S9 per vedere quanto sia efficace AR Emoji. Nel frattempo, cosa pensi del nuovo AR Emoji di Samsung sul Galaxy S9? Quale caratteristica pensi sia meglio?

Compra l’iPhone Xs Max!

Compra il Samsung Galaxy Note9!

 

Lascia un commento

Chiudi il menu